ASSOCIAZIONE LA RONDINE
Associazione La Rondine Odv
Via Mozart, 20 - 20021 Bollate (MI)
02 33300735
e-mail

LA CENTRALE EKOTES, UN’ALTRA CHERNOBYL IN UCRAINA

Dal 2014 è attiva la centrale termoelettrica a biomasse “EkoTES” nella città di Ivankiv (Ucraina).
La provincia di Ivanki è ai confini della zona di esclusione di Chernobyl ed è stata fortemente contaminata dal fall-out dell’incidente nucleare e continua ad essere ricontaminata dai fall-out degli incendi che avvengono ogni estate nei boschi della zona di esclusione.
La centrale di Ivankiv” brucia oltre 600 tonnellate al giorno di legname prelevato nelle zone contaminate di Ivankiv e , illegalmente, anche nell’area di esclusione.
La dispersione nell’aria di fumi radioattivi è notevole e possono ricadere anche sui territori europei. Pure grave e notevole è la contaminazione delle ceneri prodotte dalla combustione, ceneri che vengono utilizzate come fertilizzante per i terreni agricoli. Terreni da dove proviene molto del grano importato in Europa. Nel 2016 l’Italia ha importato dall’Ucraina oltre 600.000 tonnellate di grano.
L’organizzazione MIC ha lanciato la sottoscrizione di una petizione da presentare alla Commissione europea per la chiusura di EkoTes.
Vi invitiamo ad aderire.

CENA DI BENEFICENZA

Alla manifestazione parteciperà anche il Sindaco di Münster Christina Fleckenstein, accompagnata da una delegazione di undici membri del Consiglio Comunale della città tedesca gemellata con Muggiò.

5 x MILLE

Si avvicina il periodo delle dichiarazioni dei redditi.
Ricordatevi di sostenere l’associazione destinando il vostro 5 x mille.
Basta scrivere il nostro codice fiscale 04698950484 nell’apposita casella.
Con questo contributo la Rondine può più efficacemente aiutare chi ha bisogno.
Ricordatelo anche ai vostri amici
Grazie

IL FREDDO NEI VILLAGGI

Questa la temperatura nei villaggi questa mattina

GIORNATA MONDIALE DEL VOLONTARIATO

Oggi si celebra la Giornata mondiale del volontariato, stabilita dalla risoluzione 40/212 dell’ONU il 17/12/1985.

Un augurio ed un ringraziamento a tutti i partecipanti alle nostre iniziative, alle quali dedicano tempo, energia, risorse ed entusiasmo!!!

CENTRALE NUCLEARE BIELORUSSA – PREVISIONI DI AVVIO

Nonostante alcuni incidenti durante la costruzione (il più grave è stato la caduta del contenitore del primo nocciolo, del peso di 330 tonnellate, durante il suo posizionamento) sono in fase molto avanzata i lavori di costruzione della centrale nucleare bielorussa Inna Vavulina situata a 18 Km da Ostrovets nella regione di Grodno e a meno di 50 Km da Vilnius (Lituania).
Rosatom, l’azienda russa costruttrice, è pronta a mettere in funzione la prima unità della centrale prima del 2020.
L’amministratore delegato di Rosatom, Aliaksei Likhachov, ha detto a metà settembre che la prima unità della centrale nucleare di Leningrado, fratello maggiore della centrale nucleare bielorussa, era già oggi operativa a pieno regime e che sarà operativa da un punto di vista commerciale entro la fine dell’anno. Quindi, sulla base di questa esperienza, si stanno preparando per la stessa procedura in Bielorussia per l’avvio entro il prossimo anno.

 

 

I RINGRAZIAMENTI DEL DIRETTORE DELL’ISTITUTO DI RECITSA

“Caro Sergio, cari amici italiani!
Oggi sono stati completati tutti i lavori per l’acquisizione, la registrazione e la messa in funzione della nostra auto.
E’ un miracolo che è comparso grazie al Vostro buon cuore. Sopraffatti dall’emozione, non riusciamo a trasmettere quella gioia e ammirazione che abbiamo noi adulti e bambini del nostro centro.
Caro amico Sergio! Sono grato a te e a tutti i tuoi aiutanti, che ci hanno dato la felicità. Lasciate che la nostra gratitudine tornerà a voi come aiuto di dio in tutte le  belle cose. Mille volte grazie.
Piotr Golovko”

MINIBUS PER L’ISTITUTO DI RECITSA

E’ finalmente arrivato il nuovo minibus che abbiamo donato al Centro Sociopedagogico di Recitsa.