ASSOCIAZIONE LA RONDINE
Associazione La Rondine
Via Mozart, 20 - 20021 Bollate (MI)
02 33300735
info@larondine.it

SASHA DOPO DUE SETTIMANE

Abbiamo fatto visita a Sasha ed abbiamo con grande piacere constatato che, a distanza di due settimane, riesce a muovere un poco le braccia e nel letto sta leggermente seduto. Dalle indagini ancora non si riesce a valutare quale sia la gravità effettiva delle lesioni. Il programma del prossimo futuro è di intense attività fisioterapiche di rieducazione. Si prevede una degenza molto lunga, almeno 9 mesi, ma il ragazzo ancora non lo sa.  Apparentemente il morale del ragazzo sembra buono, ma traspare evidente uno stato di ansia e paura.

FREDDO ANTICIPATO

Dai “nostri villaggi” ci giunge notizia che le temperature sono già sotto zero, anche -18 di notte.
Le previsioni dei prossimi giorni indicano però un rialzo, pur rimanendo qualche grado sotto lo zero.

SASHA A DESTINAZIONE

Ora Sasha è ricoverato ed assistito presso il Centro Spinale dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure e possiamo solo augurarci che possa recuperare il massimo possibile delle capacità motorie.
Ringraziamo tutti coloro che finora hanno contribuito.

SASHA IN ARRIVO

L’arrivo in Italia di Sasha è previsto per lunedì prossimo.
Sarà poi ricoverato presso l’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

VIAGGIO FAMIGLIE 2015

E’ in fase di organizzazione la programmazione del viaggio in Bielorussia riservato alle famiglie ospitanti. Chi fosse interessato ad andare a fare visita ai bimbi ospitati è da ora invitato a segnalarcelo per inserirlo nella lista di coloro i quali saranno invitati alla presentazione del programma e delle condizioni.

 

SASHA HA OTTENUTO IL VISTO !

Dopo moltissime difficoltà finalmente è stato ottenuto il visto di ingresso in Italia per Sasha. Ora è in fase di organizzazione il suo trasporto.

ARRIVATI I BAMBINI DEI GRUPPI DI OTTOBRE

Sono arrivati oggi i bambini dei gruppi di ottobre.
C’è stato un piccolo ritardo dell’aereo dovuto a ritardi su precedenti tratte.
I bambini sono arrivati bene e ad accoglierli puntualmente c’erano le famiglie ospitanti.
Le famiglie bielorusse sono state informate dell’arrivo regolare.