ASSOCIAZIONE LA RONDINE
Associazione La Rondine
Via Mozart, 20 - 20021 Bollate (MI)
02 33300735
info@larondine.it

NUOVO SARCOFAGO – FINITI I LAVORI DI POSIZIONAMENTO

Sono terminate le difficili operazioni di posizionamento della gigantesca costruzione che ora ricopre la struttura dell’edificio del 4° reattore e relativo vecchio sarcofago.

NSC Chernobyl

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

download Il 20 novembre si celebra l’anniversario della Convenzione sui diritti della infanzia e della adolescenza. Sono quattro i principi fondamentali della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: a)     Non discriminazione (art. 2): i diritti sanciti dalla Convenzione devono essere garantiti a tutti i minori, senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, opinione del bambino/adolescente o dei genitori. b)     Superiore interesse (art. 3): in ogni legge, provvedimento, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l’interesse del bambino/adolescente deve avere la priorità. c)     Diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino (art. 6): gli Stati decono impegnare il massimo delle risorse disponibili per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini, anche tramite la cooperazione tra Stati. d)     Ascolto delle opinioni del minore (art. 12): prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni. L’Italia ha ratificato la Convenzione con Legge n. 176 del 27 maggio 1991 .

GIORNATA MONDIALE DELLA PREMATURITA’

2013-11-07-alle-00.34.10Il 17 novembre è la giornata mondiale della prematurità neonatale.

La nostra sensibilità verso il disagio dei bambini ci porta ad essere vicini e solidali anche a questi piccoli ed ai loro genitori.

Il colore che li contraddistingue è il viola ed anche noi in questa occasione ci tingiamo ancora di questo colore.

NUOVO SARCOFAGO- AL VIA L’INSTALLAZIONE

Sono iniziati i lavori in Ucraina per installare il nuovo ‘sarcofago’ sui resti del reattore esploso il 26 aprile 1986. La nuova struttura, che andrà a coprire la prima realizzata in fretta e restaurata ripetutamente, e’ formata da un enorme arco di cemento e acciaio lungo 275 metri e largo 108, costato 1,6 miliardi di dollari finanziato dalla Bers (Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo). Ci vorranno 5 giorni per completare l’operazione di copertura del sarcofago. Una volta fissato il maxi-arco potranno iniziare i lavori per smantellare il reattore e neutralizzare il grande quantitativo di materiale radioattivo ancora sigillato all’interno.