ASSOCIAZIONE LA RONDINE
Associazione "La Rondine Odv"
Via Mozart, 20 - 20021 Bollate (MI)
02 33300735
pec: associazione.larondine@pec.it
e-mail

ELEZIONI PRESIDENZIALI IN BIELORUSSIA

Il 9 agosto in Bielorussia si svolgeranno le elezioni presidenziali.

IL BLOCCO DEI VIAGGI PERMANE

In questi ultimi giorni sono state pubblicate notizie relative alle proteste per il blocco dei viaggi dei bambini bielorussi da parte di alcuni, con menzione di perseguire addirittura manifestazioni di protesta politica.
Si tratta di posizioni di singoli o famiglie raccoltesi intorno ad alcune pagine di social network, magari provando anche a sollecitare qualche associazione di appartenenza.
Non c’è alcuna posizione da parte della generalità delle organizzazioni.
La situazione reale è che il blocco introdotto dal governo bielorusso rimane in vigore e che le situazioni di criticità sanitaria permangono in Italia e soprattutto in Bielorussia.
La responsabile tutela della sicurezza dei bambini da ospitare e degli ambienti ospitanti dovrebbe comunque essere assolutamente primaria rispetto ad eventuali interessi particolari.

ANNULLATO IL GRUPPO DI OTTOBRE

Conseguentemente al perdurare delle situazioni di emergenza sanitaria e del blocco dei viaggi dei bambini da parte del governo bielorusso, la programmazione del gruppo di ottobre è annullata.

EMERGENZA ACQUA A MINSK

Per il secondo giorno a Minsk ci sono problemi con l’acqua potabile, in alcuni distretti della capitale risulterebbe così disgustosa da non peter essere non solo bevuta, ma anche usata per fare una doccia, lavarsi le mani, lavare stoviglie ed indumenti. Viene riportato colore scuro, odore e sapore di medicinale, ammoniaca, iodio e candeggina, e di petrolio.

Attraverso le chat la gente dei quartieri “puliti”, offre acqua a chi ne ha bisogno, mentre è scattato l’accaparramento nei negozi.

 

La gente è costretta a lunghe code per approvvigionarsi di acqua alle autocisterne ed il Presidente dichiara che la situazione è sotto controllo.

 

 

SOSPENSIONE TEMPORANEA – AVVISO DEL MINISTERO DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI

Minori Accolti nell’ambito dei programmi solidaristici di accoglienza

AVVISO

Temporanea sospensione dei programmi solidaristici di accoglienza di minori stranieri, a causa dell’emergenza sanitaria in corso

La Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in considerazione delle misure di contrasto dell’emergenza sanitaria da COVID-19 recentemente adottate a livello nazionale e internazionale e, più specificamente

–  della dichiarazione resa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in data 11 marzo 2020, con la quale l’epidemia da COVID-19 è stata qualificata come pandemia a causa dei livelli di diffusione e gravità raggiunti dalla stessa a livello globale;

– delle Comunicazioni della Commissione europea del 16 marzo, dell’8 aprile, dell’8 maggio e dell’11 giugno 2020, con le quali è stato raccomandato agli Stati membri di applicare, in modo coordinato, una temporanea restrizione per i viaggi non essenziali da Paesi terzi verso l’Unione europea e, successivamente, di prorogare tale misura sino, da ultimo, al 30 giugno 2020, con l’invito a interrompere, seppure in modo graduale, tale restrizione nei confronti dei Paesi terzi, a partire dall’1 luglio 2020;

–  della delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, per mezzo della quale è stato dichiarato, per sei mesi, lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso al COVID-19;

–  delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 previste dai DPCM adottati in data 8 e 9 marzo 2020 e successivamente prorogate, tra le quali, in particolare, la limitazione degli spostamenti delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio nazionale, salvo che per comprovate ragioni di necessità;

– delle disposizioni del DPCM 11 giugno 2020, per effetto delle quali restano vietati, sino al 30 giugno 2020, gli spostamenti da e per gli Stati non aderenti all’accordo Schengen, salvo che per comprovate ragioni di necessità,

comunica che lo svolgimento dei programmi solidaristici di accoglienza dei minori stranieri, di cui all’art. 33 del d.lgs. 286/1998 e agli artt. 8 e 9 del DPCM 535/1999, e il relativo procedimento di approvazione, sono stati temporaneamente sospesi.

Con particolare riferimento ai minori di nazionalità bielorussa, si specifica che la sospensione dell’ingresso degli stessi in Italia nell’ambito dei progetti solidaristici di accoglienza, dovuta alla diffusione del COVID-19, è stata disposta direttamente dalle autorità della Repubblica di Bielorussia e comunicata alle competenti autorità italiane in data 27 febbraio 2020.

Infine, si comunica che, allo scopo di monitorare progressivamente l’evoluzione del quadro normativo di riferimento in materia e di valutare l’impatto dell’eventuale riavvio dei progetti solidaristici di accoglienza sulla situazione epidemiologica nazionale e internazionale, tenendo in debita considerazione il principio del superiore interesse del minore e la tutela della salute, è stato costituito un gruppo di lavoro interministeriale ad hoc, composto dai rappresentanti delle amministrazioni a diverso titolo interessate (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Ministero della Salute).

AGGIORNAMENTO COVID-19 IN BIELORUSSIA

Ad oggi risultano 40764 positivi con il costante aumento di 900/1000 casi al giorno.
Il “picco”, già più volte previsto, non è ancora stato raggiunto. Con la costante ritrosia a dichiarare che qualcuno muoia per questa epidemia, vengono dichiarati 224 deceduti per altre patologie, nei quali si riscontra anche l’infezione da coronavirus.
L’attenzione del governo è soprattutto concentrata sulle prossime elezioni presidenziali.

SITUAZIONE DELLA COVID-19 IN BIELORUSSIA

In Bielorussia ora risultano 30572 casi di positività al Sars-Cov 2, con un incremento giornaliero di 900/1000 nuovi casi, mentre le previsioni massime per maggio erano di 300/400. Il picco epidemico è ancora lontano dall’essere raggiunto.
Sul fronte dei decessi sono segnalati 171 casi di persone morte per altre patologie “anche” positive al coronavirus.

 

A FIANCO DELL’ELBA CONTRO LA COVID-19, CON IL MARE NEL CUORE

L’abbraccio di solidarietà che ha circondato l’Isolad’Elba è stato tanto forte da raggiungere traguardi veramente importanti.

I vertici della sanità elbana hanno pubblicamente espresso “profonda gratitudine, considerato l’alto valore economico, per le attrezzature donate alla nostra struttura ospedaliera che sarà così in grado di fornire una risposta più concreta, efficace e tempestiva nella cura del Covid 19.”

E noi, partecipando, siamo stati orgogliosi e ora ….. felici…. con il mare nel cuore !!!

EMERGENZA COVID 19 IN BIELORUSSIA

L’ultimo resoconto segnala 18350 positivi al Sars-Cov 2. Mediamente si registarno 800/900 nuovi casi al giorno, con una curva di crescita epidemica sempre molto verticale.
Non c’è segnalazione dei decessi, ma solo indicazione degli indici di mortalità di altre patologie o infortuni. mentre l’OMS, preoccupata della situazione in questo Paese, ha richiamato più di una volta il governo bielorusso di applicare misure di contenimento.

 

ANNIVERSARIO DI CHERNOBYL

Oggi, 26 aprile, ricorre il 34° anniversario del disastro di Chernobyl, e l’emergenza continua.
A distanza di tanto tempo, la memoria di questo evento si sta affievolendo, ma le conseguenze permangono e colpiscono soprattutto i bambini.